domenica 30 dicembre 2012

Il 2012 se ne va…….


Un anno non proprio felice……un po’ per tutti.
È proprio vero il detto: “anno bisesto , anno funesto”
La crisi ha attanagliato le famiglie italiane…..tutti ci siamo scoperti più poveri…..
E pensare che poco più di un anno fa qualcuno ci aveva detto che l’Italia non era in crisi…che i ristoranti erano pieni ed anche gli aerei….
L’anno è cominciato con il naufragio della Costa Concordia finita su uno scoglio dell’isola del Giglio, per la disattenzione di un comandante, che ha causato la morte di più di trenta persone.
Poi il colpo di grazia che ha colpito l’Emilia con le scosse di terremoto che hanno portato morte e distruzione…..
Anche la nostra piccola isola, Ponza, ha avuto i suoi problemi…..
La Laziomar è riuscita a dare il colpo di grazia agli isolani riducendo le corse delle navi da due ad una….gli aliscafi si sono volatizzati e sono stai sostituiti da un catorcio…
Mai come in questo inverno i ponzesi si sono sentiti più isolati.
 Ponza ha perso la memoria storica dell’isola, Ernesto Prudente, e solo pochi giorni fa è mancato prematuramente anche Giuseppe Tricoli che oltre ad essere una persona attenta alle problematiche degli isolani era anche il marito di mia sorella.
Che tristezza!!!
Spero che il nuovo anno, il 2013, sia un pochino migliore…..

lunedì 17 dicembre 2012

Festa dell'Immacolata 2012

La mattina presto dell'8 dicembre gli uomini di Ponza dedicano i loro canti a Maria.
Video di Rossano Di Loreto.

venerdì 14 dicembre 2012

domenica 9 dicembre 2012

La beffa dell’acqua….


Su Repubblica c’è un interessante articolo sull’acqua che arriva alle isole Ponziane tramite le navi cisterna…..
Veramente incredibile!!!
Non ci sono parole…….

venerdì 30 novembre 2012

Ponza antica #1


Grazie alla tenacia ed alla pazienza di Giovanni Pacifico che sta raccogliendo tante foto antiche di Ponza possiamo scoprire degli scorci dell’isola che non ricordavamo o che non conoscevamo.

Ha raccolto non solo panorami o angoli di Ponza ma anche foto di scolaresche, di matrimoni, di processioni…insomma la vita ponzese.

Sarebbe bello poterle raccogliere in un libro oppure costruire un album on-line però accessibile a tutti non solo agli iscritti a facebook.

Però sarebbe importante descrivere ogni foto altrimenti non avrebbe senso…..sarebbe una cosa messa lì……tanto per metterla…

Sarebbe come raccontare la storia di Ponza……

In questo blog ogni tanto ne metterò qualcuna cercando di descrivere il luogo…..chiunque può aggiungere qualcosa.

Oggi comincio con questa foto…….

A sinistra si vede chiaramente l’infermeria borbonica poi diventata orfanotrofio, oggi è stata ristrutturata ed è la Caserma della Guardia di Finanza.

A destra oggi c’è l’emporio Musella ma nel periodo della foto non so se c’era già un negozio.

La salita che porta alla Torre dei Borboni invece si vede chiaramente che è una grande scalinata.

Non conosco il periodo in cui è stata scattata la foto…..sembra molto antica…..sarebbe bello avere qualche notizia in più.

sabato 24 novembre 2012

L’immagine di un istante…..


Una fotografia ferma un attimo….un momento…..cattura un’emozione…..in alcuni casi ci riporta all’infanzia….

In questa foto, scattata a Ponza nell’estate dei primi anni sessanta, siamo io (in braccio alla signora), mio fratello e mia sorella insieme a due turiste straniere, credo francesi.
Il luogo è la loggia della casa in Corso Pisacane, dove abitavamo.
Siamo proprio carini!!!

 
Le fotografie possono raggiungere l’eternità attraverso il momento
Henri Cartier- Bresson

domenica 18 novembre 2012

Visita al Faro della Guardia

"I fari sono messi lì per dare coraggio di fronte a un "nemico che gli uomini si sforzano di amare"
Vi ricordo che la campagna dei Luoghi del Cuore FAI sta per finire.
Votate QUI per il Faro della Guardia che come avete visto dal video versa in cattive condizioni.

giovedì 15 novembre 2012

Luoghi del cuore...il Faro della Guardia

Abbiamo ancora 15 giorni per votare il nostro luogo del cuore,il censimento promosso dal FAI (Fondo ambiente italiano).
Il mio luogo del cuore è il Faro della Guardia di Ponza che versa in cattive condizioni e rischia di essere venduto in seguito alle dismissioni  dello Stato.
E' un faro molto importate che illumina una parte del Tirreno costruito nel 1886 su un promontorio.
Ma è anche un luogo affascinante che ha ispirato scrittori e poeti.
La lanterna è collocata su un bellissimo caseggiato in cui,un tempo,vivevano i fanalisti con le loro famiglie..
Salviamolo dunque...votiamo sul sito del FAI QUI


Come il raggio del faro,
che attraversa il muro di cristallo con la luce intensa,
e ci guida sulle rotte della vita.
Sergio Bambaren

lunedì 12 novembre 2012

Un Mitreo….a Ponza

Qualche giorno fa sia il Corriere della Sera che Repubblica hanno pubblicato degli interessanti articoli sul Mitreo di Caracalla che, dopo dieci anni di restauri, riapre ai visitatori.
Il Mitreo è un tempio dedicato al dio pagano Mitra e pare che solo a Roma ne siano stati scoperti una trentina.
Questi templi erano scavati sotto terra oppure ricavati da una grotta.
Anche Ponza ha il suo Mitreo ma non è visitabile perché inglobato in un negozio di nautica quindi in proprietà privata.
Lo descrive il Tricoli nella sua Monografia ma anche il Mattei che visitò Ponza nell’aprile del 1847.
Monsignor Dies, nel suo libro “Ponza perla di Roma”, non si meraviglia affatto dell’esistenza di un Mitreo nell’isola perché, trovandosi in una posizione strategica del Tirreno, Ponza poteva risentire l’influenza delle antiche civiltà e delle religioni.
Sicuramente Dies lo ha visitato perché lo descrive nei particolari.
Il tempio di Ponza è collocato nell’antico palazzo Tagliamonte che fu sede del comune, in piazza Gaetano Vitiello, sulla Punta Bianca.
Sulle pareti sono disegnati i segni zodiacali e un serpente.
Lo descrive ampiamente anche Silverio Lamonica nel suo libro “Il culto di Mitra a Ponza” pubblicato quest’estate.
Ecco un altro dei tesori che l’isola possiede ma non fruibile.

mercoledì 31 ottobre 2012

Un pensiero per i nostri cari…..

Quando vado a Ponza non può mancare la visita al cimitero che però non resta isolata ai miei cari ma praticamente lo giro tutto soffermandomi accanto alle tombe di persone amiche o anche semplici conoscenti ( a Ponza ci si conosce un po’ tutti).
Il cimitero di Ponza è un luogo triste però con una vista mozzafiato sull’isola…..qualche tempo fa qualcuno dal mare lo ha scambiato per un villaggio turistico.
È situato sulla collina della Madonna, sui resti di una villa imperiale e nella parte più bassa, proprio sulle Grotte di Pilato, nell’ottocento, c’era la Batteria Leopoldo che era posta per difendere l’imboccatura del porto.
Quella parte del cimitero, ancora oggi, si chiama “abbascio ‘a Battaria” e proprio lì nella più antica cappella riposano i miei nonni materni, Salvatore Conte e Assunta Mazzella ma  anche il cappellano dell’ergastolo di Santo Stefano, don Aniello Conte.
Ben più antico il sepolcreto Tricoli, del 1837,che è una grotta scavata nella roccia, dove riposa mio padre Ciro Iacono.
In questi giorni è vivo il pensiero per i nostri cari che non ci sono più….

“La vita dei morti è  riposta nel ricordo dei vivi”

Marco Tullio Cicerone


Nella foto: Una piccola pianta di melograno proprio nel cimitero di Ponza…sotto gli spettacolari faraglioni della Madonna
 

lunedì 22 ottobre 2012

L'isola di Ponza.....ancora più lontana.....

Raggiungere Ponza, in questo periodo, è proprio un miraggio....i collegamenti marittimi sono ridotti al minimo e solo da Formia.....un vero peccato con queste belle giornate....
Dal 29 settembre è stata soppressa la doppia corsa della nave perchè il "Quirino" deve fare dei lavori e il "Tetide" deve coprire sia Ponza che Ventotene.
Possibile che stanno sempre a fare manutenzione???
Molto strano.....
Sono spariti pure gli aliscafi......
Di uno non si hanno più notizie da parecchi mesi, l'altro il "Monte Gargano" dopo l'incendio di quest'estate, staziona nel porto di Formia.
La Laziomar ha sostituito gli aliscafi con dei mezzi della Snav spendendo cifre notevoli ma che non sono adatti a viaggiare con il mare mosso.....cosa che capita frequentemente in questo periodo.
Questo passaggio dalla Caremar alla Laziomar è stato veramente disastroso.....
Le isole Ponziane si sono beccate mezzi fatiscenti e lenti senza avere una nave di riserva che invece era prevista nel contratto di cessione firmato tra le regioni Campania e Lazio nel 2009.
La Laziomar è stata pure multata dalla Comunità Europea per non aver bandito, entro il 31 luglio 2012, la gara di privatizzazione e il prossimo anno riceverà 6 milioni di euro invece dei 10 previsti.
La gente di Ponza non ne può più ed ha manifestato contro la Laziomar la sera del 5 ottobre.
Andare a Ponza è diventata un'epopea...le navi impiegano lo stesso tempo di quarant'anni fa.

Vivere in una piccola isola è già difficile ma in queste
condizioni diventa insostenibile......

domenica 14 ottobre 2012

Ponza...estate 2012

Un fantastico tramonto in uno dei luoghi che è un po' la cartolina dell'isola di Ponza...Chiaia di Luna...in lontananza Palmarola.
"Uno splendido tramonto arrivò ad occidente,così rapido e inatteso da dare la sensazione che il cielo si stesse movendo velocissimo" Banana Yoshimoto

mercoledì 3 ottobre 2012

Ponza non è solo mare...


Da qualche anno, a Formia, nel mese di settembre, sta riscuotendo grande successo l’evento culturale delle “Notti di Cicerone”.
Hanno aderito, a questa iniziativa, anche i comuni limitrofi e gli organizzatori vorrebbero estendere l’invito, per le prossime edizioni, anche alle isole Ponziane.
Ventotene ha il suo bel museo, diversi percorsi archeologici e sta sfruttando molto bene questo tipo di turismo.
Ma Ponza???
Del recupero dei beni archeologici ne ho scritto più volte  
Diciamo pure che sono off-limits
Speriamo che con i proventi della tassa di sbarco, istituita quest’anno dal comune di Ponza, si riesca ad allestire un museo ed a recuperare questo tesoro che l’isola possiede ma non fruibile o che versa in condizioni pietose.
Forse ora ho qualche speranza……
È vero che Ponza ha tanti problemi tra cui quello dei collegamenti…..per arrivarci è ancora un’epopea con navi vetuste e lente.
Ma questo è un altro capitolo……
A tal proposito,venerdì 5 si terrà una manifestazione di protesta sull'isola
Credo sempre che bisogni puntare sulla cultura così si potrebbe allungare la stagione turistica, si potrebbero creare degli eventi.
Ponza non è solo mare……

domenica 23 settembre 2012

Ciao Ernesto...


Ponza ha perso un altro pezzo di storia.....Ernesto Prudente.
La notizia, per noi che viviamo lontano dall'isola, è giunta tramite internet e devo dire che mi ha rattristato profondamente.
Chi non conosceva Ernesto.....
Era il re di Palmarola, isola che amava in modo sviscerato, dove trascorreva lunghi periodi in solitudine però mai in estate.
Ha scritto tanti libri in cui ha raccontato dell'arcipelago Ponziano spaziando in tutti i campi possibili.....la storia, le tradizioni, la cucina, gli aneddoti, i proverbi e leggendo quelle pagine sembra di sentire la sua voce.
La sua vita lavorativa l'ha trascorsa stando in contatto con i ragazzi perchè era un maestro elementare a cui ha dato molto, oltre al sapere tante perle di saggezza.
Un maestro di scuola e di vita!!!
Anche nella vita isolana è stato un personaggio di spicco.....ha dato notevoli contributi in tante vicende.....solo per raccontarne una, citata anche nei suoi libri, quella della chiusura della miniera.
Che dire....non ci sono parole per descrivere quanto mancherà Ernesto alla comunità ponzese e a tutti noi.....
Ciao Ernesto, distinto signore dagli occhi azzurri......

Ho scelto questa foto che ritrae Ernesto nel 1941, in divisa da collegiale insieme al maestro Giannino Conte,pilastro della scuola ponzese mancato 3 mesi fa.

giovedì 20 settembre 2012

Il ricordo non muore mai...

Nella foto mio padre,Ciro Iacono,maestro d'ascia dell'isola di Ponza.
"Il ricordo è un poco di eternità"
Antonio Porchia

lunedì 10 settembre 2012

Una buona notizia da Ponza...

Finalmente dall'isola di Ponza arriva una buona notizia.....
All'apertura dell'anno scolastico gli alunni ponzesi troveranno le aule tinteggiate e gli spazi esterni dei plessi ripuliti da erbacce.
Il sindaco Vigorelli, qualche giorno fa, aveva lanciato un appello a persone volontarie disposte a rinfrescare le aule, che versavano in cattive condizioni, ma anche a ripulire gli accessi alle scuole.
Ben otto ditte edili e volontari hanno risposto all'appello ed hanno svolto il lavoro in pochi giorni a titolo gratuito.
Questo è collaborare.....
Purtroppo in questo momento non ci sono soldi e ben vengano queste iniziative.
Noi che viviamo nel mondo della scuola questo lo sappiamo bene.....
Sono molto contenta dell'aiuto che hanno dato per rimettere in sesto le scuole....
Bravi.....veramente bravi!!!
Speriamo in altre iniziative simili.....

giovedì 30 agosto 2012

Considerazioni di fine estate

Sono tornata da pochi giorni dalla mia isola, Ponza, devo dire che quest'anno mi sono concessa una lunga vacanza e voglio fare qualche considerazione.
L'isola, per buona parte del mese di luglio, è stata tranquilla.....bella gente, ritorno anche di stranieri, strade abbastanza pulite.
Un incanto!!!
L'ultima settimana di luglio, invece, sono arrivati i cosiddetti "pariolini", che sembravano un'orda di vandali, rumorosi, ubriaconi, litigiosi.
Ogni anno, in quel periodo, è la stessa storia......
Hanno devastato diverse abitazioni.....vetri rotti, roba scaraventata per le scale. bottiglie vuote nelle strade....insomma si credevano i padroni dell'isola.
Mi chiedo come si possa affittare le case a dei ragazzini che ti distruggono tutto....
Ah già per i soldi....
Intanto, in quella settimana, il turismo di qualità resta alla larga dall'isola....come dargli torto.
E veniamo ad agosto....
Tanta gente....
Devo dire che alcuni non hanno il minimo rispetto per l'isola.....lasciano i sacchetti pieni d'immondizia negli angoli delle strade, tanto "qualcuno" li toglierà....non è che s'impegnano a cercare un cassonetto.
Gli operatori ecologici sono pochi e non riescono a svolgere al meglio il proprio lavoro quindi ci vuole un pò di buon senso.
Anche noi ponzesi dobbiamo vigilare come ha fatto quella signora di Giancos che ha inveito contro quel "signore" che scendendo dalla barca stava lasciando il suo bel sacco d'immondizia accanto ai cestini della carta mentre qualche metro più in là c'erano i contenitori adatti.
Dobbiamo far capire ai turisti che mettono piede sulla nostra isola che non è che perchè pagano possono permettersi di fare quello che vogliono.
Questo vale anche per i proprietari di cani.....le deiezioni vanno raccolte...anche se la situazione, nelle strade principali, quest'anno, è migliorata mentre se vai poco poco in periferia c'è il mondo.....
La sera, nelle strade poco illuminate, bisogna munirsi di pile per vedere dove metti i piedi altrimenti rischi di tornare a casa con qualche "ricordino".
Eppure il sindaco ha fatto una bella ordinanza proprio a questo proposito....ma qualcuno non l'ha rispettata evidentemente.
Credo che a questo punto i singoli cittadini debbano vigilare, intervenire quando vedono che qualcuno non rispetta le regole...far sentire la propria voce....
Questo è collaborare.....
L'isola è di tutti noi...bisogna averne cura....non pulire solo davanti alla propria porta a discapito degli altri.
Un'altra cosa che ho notato è che in alcuni punti ci sono sempre fiumi d'acqua....gente che per lavare i cortili invece che lo straccio usa la pompa oppure tubi dell'aria condizionata che scaricano direttamente in strada.
Spettacolo poco edificante....
Ne va dell'immagine dell'isola.....
Per fortuna che, a prescindere dai problemi, Ponza rimane sempre bellissima ma con qualche accorgimento in più non avrebbe rivali con altre mete turistiche.
Sta ad ognuno di noi dare un contributo perchè, credetemi, fa molto male, per una che sta fuori dell'isola,sentirne parlare in modo negativo.
Iniziamo dalle piccole cose......

martedì 28 agosto 2012

Ancora sul Faro della Guardia...

E' ancora in corso la campagna del FAI (Fondo Ambiente Italiano) per salvare i luoghi del cuore.Si concluderà il 31 ottobre 2012.
Il luogo del cuore di noi ponzesi per eccellenza è il Faro della Guardia e a tal proposito voglio riproporre un post che ho scritto nel 2008:
"Chi non ha mai sognato di rifugiarsi in un’isola lontana?Andare a vivere, per un po’, magari, in quella splendida casa del faro della Guardia che sovrasta quel promontorio che è la parte più a sud dell’isola di Ponza.Da lassù si può osservare da una parte il sorgere del sole con i suoi colori rosati mentre dalla parte opposta restare abbagliati da tramonti infuocati.Credo che stare lassù sia affascinante anche con il mare in tempesta, con il vento che ulula da tutte le parti, avendo per compagnia, di notte, la luce intermittente del faro.Poi svegliarsi al mattino con i versi dei gabbiani e passare ore ad osservarli volteggiare nell’aria, padroni del cielo, liberi tra il vento.Un posto straordinario!!!Arrivarci certo è un po’ faticoso ma il percorso è molto interessante perché bisogna salire fin sugli Scotti per poi ridiscendere su una piccola stradina che porta fino al faro.Comunque è raggiungibile anche via mare, con una barchetta, perché sotto il promontorio c’è un punto di approdo.Quella casa l’ho visitata circa trent’anni fa, è molto grande e nel piazzale antistante c’è anche un piccolo giardino.Da lassù il panorama è stupendo e sotto c’è un mare che è di un blu intenso perché molto profondo.Tanto tempo fa ci vivevano i fanalisti, con le loro famiglie, che erano addetti al funzionamento e alla manutenzione del faro, chissà quante storie potrebbero raccontare…Ora che è tutto automatico lì non ci abita più nessuno e non si può nemmeno visitare, ci si ferma al cancello sotto al promontorio.Veramente un peccato!!!Qualche giorno fa ho letto su un sito internet di Ponza che il tutto è stato messo in vendita, con una basa d’asta di cinque milioni di euro.Chissà chi sarà il fortunato…"
http://blog.libero.it/FrammentidiPonza/5539186.html
Ecco perchè è molto importante salvare questo faro...per le sensazioni che potremmo provare su quel faraglione.Il 10 agosto il sito "Ponza Racconta" ha dedicato una serata evento al Faro della Guardia con numerosi interventi che hanno testimoniato l'importanza di questa luce che illumina un pezzo di mar Tirreno.
Continuate a votare...
http://www.iluoghidelcuore.it/faro-del-monte-della-guardia
 

lunedì 25 giugno 2012

Salviamo il Faro Della Guardia…

Lunedì 18 giugno c’è stata una conferenza stampa a Latina per promuovere la raccolta di firme per salvare il Faro della Guardia dell’isola di Ponza con l’aiuto del FAI (Fondo Ambiente Italiano).
Scegliamo come luogo del cuore il Faro della Guardia....
Bisogna ASSOLUTAMENTE votare……..
Ecco l’articolo su Latina Oggi:
http://www.dagolab.eu/public/LatinaOggi/Archivio/58a282b39fc5dd0beec3/pag42zapping.pdf
 

lunedì 18 giugno 2012

San Silverio


Ecco ci siamo......
Tra pochi giorni è San Silverio, il Santo patrono dell'isola di Ponza ma non solo...anche di altre località come Frosinone, sua città natale.
Nell'isola fervono i preparativi....tutto deve essere pronto per il 20 giugno.
La barchetta che porterà il Santo in processione è tutta bella e lucidata....i garofani sono pronti.....nelle strade ci sono le luminarie.....
In chiesa San Silverio già troneggia sull'altare che gli hanno preparato e la porta della discordia è stata montata (per questa storia ne hanno scritto sui giornali e ne hanno raccontato in tv).
Il 20 giugno, la giornata inizia all'alba con la "diana"..... il suono delle campane, i fuochi, la banda musicale annunciano la festa che i ponzesi attendono tutto l'anno.
A mezzogiorno tutti sono ad attendere San Silverio che, posizionato nella barchetta piena di garofani rossi, esce dalla chiesa.
Il momento è toccante....anche per chi non è lì fisicamente ma lontano dall'isola....si contano i minuti.......
Negli anni man mano sono scomparsi molti dei "mast' i' fest'" storici come Maurino Di Lorenzo, Ciro Iacono (mio padre), Veruccio Conte......sono tanti ed a loro va un pensiero....
Mio nonno Peppino Iacono, ricordo, faceva la questua nella zona della piazza ed entrava in ogni negozio dicendo a voce alta "San Silverio".
San Silverio.......sono le parole che ogni ponzese esclama nei momenti di difficoltà.......
Sul sito www.sansilverio.it si possono vedere le foto della festa degli anni passati....alcune sono antiche.
BUON SAN SILVERIO A TUTTI!!!

domenica 27 maggio 2012

Le loro idee camminano sulle nostre gambe

Anche a Ponza, come in altre località italiane, il 23 maggio, si è ricordata la strage di Capaci in cui, vent’anni fa, persero la vita il giudice Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e i poliziotti della scorta.
L’Associazione Culturale “A Priezza” ha organizzato una fiaccolata che si è snodata per le strade dell’isola e che ha visto molta partecipazione da parte dei ponzesi.
Bellissima iniziativa!!!
Molto toccante!!!
Possiamo vedere i momenti salienti in questo video

giovedì 24 maggio 2012

I luoghi del cuore


Dal 23 maggio al 31 ottobre tornano , per la sesta edizione, i luoghi del cuore un'iniziativa promossa dal FAI (Fondo ambiente italiano) e da Intesa San Paolo.
Si può votare registrandosi sul sito del FAI www.iluoghidelcuore.it oppure compilando le cartoline presenti nelle filiali Intesa San Paolo.
Quest'anno possono partecipare anche coloro che vivono all'estero.
Noi ponzesi e gli amici di Ponza devono votare ASSOLUTAMENTE per il Faro della Guardia, che è un posto bellissimo, un luogo dell'anima, in questo momento in pericolo.
Come ho già scritto in altri post è un luogo stupendo perchè oltre al faro c'è un caseggiato che un tempo ospitava i fanalisti e le loro famiglie.
Il faro della Guardia è un pezzo di storia dell'isola di Ponza e bisogna cercare in tutti i modi di recuperarlo ed oggi attraverso il FAI facciamo sentire la nostra voce.
VOTATE!!!

Luoghi dell'anima
Abbiamo bisogno di luoghi che siano uno specchio per le nostre riflessioni.
Luoghi che ci allontanino dalla vita che stiamo facendo.
Luoghi che ci facciano camminare lungo i sentieri creati dalla nostra fantasia.
Tonino Guerra

martedì 22 maggio 2012

Piero Vigorelli è il nuovo sindaco di Ponza

Finalmente dopo mesi di commissariamento l'isola di Ponza ha un sindaco, il giornalista Piero Vigorelli.
Sono stati mesi duri per la nostra isola colpita da una tempesta giudiziaria senza precedenti ma ora, forse, si spera che Ponza ritorni alla ribalta solo per le sue bellezze, per i suoi panorami mozzafiato.
Risollevare l'isola non sarà facile ma penso che con la collaborazione di tutti si possa fare.
Sono tante le questioni delicate da affrontare......
Oggi pomeriggio c'è stato l'insediamento del sindaco ed è stata presentata la giunta.
Il vicesindaco sarà Giosuè Coppa, cancelliere in pensione.
Auguri al nuovo sindaco ed al tutto il consiglio comunale!!!

domenica 6 maggio 2012

Raccontare è...

Raccontare è un'arte non è fare un resoconto dell'accaduto perchè bisogna attingere alla memoria....ai ricordi.....
Da bambini restavamo incantati dai racconti dei nostri nonni o genitori quando rivivevano i momenti della guerra o del loro vissuto....di una Ponza che non esiste più.
Quante vicissitudini!!!
Attraverso i racconti ci immergevamo in quel contesto.
Anche nella piccola isola di Ponza si sentivano gli effetti della guerra.
Molti giovani erano a combattere.....chi per terra...chi per mare.....spesso non si avevano notizie di loro.
Le madri o le mogli ricorrevano alle "orazioni", recitavano delle preghiere e attendevano dei segni , nel totale silenzio della notte, che poi interpretavano. In questo modo riuscivano a capire se la persona stava bene o aveva qualche problema (ne ho già scritto in un precedente post).
Per chi restava sull'isola ad ogni allarme aereo non restava che nascondersi in luoghi protetti.....nella zona del Porto era la cisterna romana situata in via Parata infatti veniva chiamata "Il Rifugio".
Dopo la tragedia del piroscafo "Santa Lucia", nelle acque di Ventotene, Ponza restò senza collegamenti e venne rifornita di viveri solo grazie a dei motovelieri.
Verso la fine di febbraio del 1944 per una serie di tempeste che impedirono la navigazione ai motovelieri, gli isolani rimasero senza cibo, alcuni morirono.
Il parroco Dies fece anche un triduo di preghiere a San Silverio e finalmente il 5 marzo entrò in porto, con il mare in burrasca, un vapore inglese, che portava farina e patate, al comando di un ponzese molto tenace, Antonio Feola(Tatonno primo).
In quegli anni c'era tra i ponzesi molta solidarietà, ci si aiutava nelle difficoltà, non come oggi che il vicino viene visto come un nemico che ti può togliere qualcosa.
Sono tante le storie da raccontare e da qualche tempo il sito "Ponza racconta" raccoglie i ricordi dei ponzesi sparsi per il mondo.
L'arte del raccontare proviene direttamente dal cuore.......

giovedì 12 aprile 2012

Ponza.....elezioni amministrative 2012

Dopo la tempesta giudiziaria, del settembre scorso, che ha decapitato la giunta comunale di Ponza, il 6 e il 7 maggio i cittadini dovranno eleggere un nuovo sindaco.
I ponzesi avranno un compito arduo perchè il futuro sindaco dovrà dare una svolta all'isola afflitta da notevoli problemi tra cui lo spopolamento, i collegamenti marittimi, la scuola, la sanità, solo per dirne alcuni.
Si propongono come candidati due ex sindaci, Antonio Balzano,Francesco Ferraiuolo e un noto giornalista, residente da anni sull'isola, Piero Vigorelli.
I loro programmi si possono visionare sul sito del comune di Ponza
http://www.comune.ponza.lt.it/
Possiamo conoscere le loro idee attraverso delle interviste anche sul sito
http://www.ponzaracconta.it/
Buon voto!!!
 

mercoledì 21 marzo 2012

Il gozzo riscoperto

Su Repubblica di ieri ci sono delle bellissime foto di un gozzo proprio durante la fase di realizzazione.
In un cantiere della penisola Sorrentina, un giovane ricostruisce, attraverso i disegni di suo nonno, maestro d'ascia, un gozzo da pesca.
Sarà un successo.......
http://www.repubblica.it/cronaca/2012/03/20/foto/il_gozzo_riscoperto-31906896/1/?ref=HRESS-15
Sono tornata un pò indietro nel tempo......quando mio padre, Ciro, nella sua bottega al porto di Ponza costruiva le sue barche

domenica 4 marzo 2012

Ponza....collegamenti....nota dolente.....

I collegamenti marittimi sono ancora la nota dolente dell'isola di Ponza.....ne ho già scritto in altri post su questo blog.
La settimana scorsa il traghetto "Quirino", partito da Ponza alle 5 e 30 del mattino, è rimasto in balia delle onde, nel golfo di Gaeta, fino al tardo pomeriggio.
Non è  riuscito ad attraccare al porto di Formia e nemmeno in quello di Gaeta a causa del forte vento.
Una vera odissea per quei passeggeri!!!
Sembra una cosa inverosimile ma è successo proprio questo.....
Eppure anni fa viaggiavamo con traghetti più piccoli ed una cosa del genere non è mai accaduta......
Qualche giorno fa invece è stato il turno dell'aliscafo "Monte Gargano" che ha avuto un'avaria e per un pò sarà in riparazione.
Certo i mezzi della Laziomar non sono proprio il massimo della vita......
Navi lente...che impiegano, nel 2012, ancora tre ore...ed in caso di guasto non c'è sostituzione....
Ovvero una sola nave o aliscafo si deve dividere tra Ponza e Ventotene.
Non capisco perchè nel passaggio dalla Caremar alla Laziomar, si siano fatti scappare la nave veloce, quella impiegata sulla linea Anzio-Ponza......
Eppure la Laziomar, pochi giorni fa, si è fatta la sua bella pubblicità in occasione del Big Blu, alla fiera di Roma, con tanto di stand.
Intanto l'isolano continua a rimanere impassibile, a sopportare...non protesta di fronte a questi disagi....forse è rassegnato.
Tutto passa sotto silenzio......ma senza collegamenti che diano una certa sicurezza quale turismo ci potrà essere?
Eppure il prezzo del biglietto non è proprio a buon mercato....anzi....
 

giovedì 1 marzo 2012

Ciao Lucio

Qui dove il mare luccica e tira forte il vento
su una vecchia terrazza davanti al golfo di Surriento
un uomo abbraccia una ragazza dopo che aveva pianto
poi si schiarisce la voce e ricomincia il canto.
Te voglio bene assaje
ma tanto, tanto bene sai
è una catena ormai
che scioglie il sangue dint'e vene sai......

Caruso......forse la più bella canzone di Lucio Dalla che proprio oggi ha intrapreso il viaggio verso l'eternità
Grazie Lucio per averci fatto sognare!!!
foto di Marianna Licari
 

giovedì 23 febbraio 2012

Soltanto un ricordo……..


I ricordi possono riscaldarti il cuore,
ma non potranno mai riaccenderti la vita.

Rachid Ouala

Nella foto, mio padre Ciro Iacono, maestro d’ascia di Ponza

Il ricordo non muore mai…..

venerdì 27 gennaio 2012

Tramonto d’inverno……al Circeo


Anche d’inverno il tramonto sul mare ha il suo fascino…forse ancor di più che in estate….

L’azzurra distesa del Mediterraneo,
incantatore e ingannatore di
uomini audaci, manteneva
il segreto del suo fascino…..
…..sotto la meravigliosa
purezza del cielo al tramonto

Joseph Conrad
 

mercoledì 18 gennaio 2012

Grotte di Pilato....chiuse

Anche le Grotte di Pilato sono state chiuse per pericolo di frane.
Il Commissario Prefettizio dell'isola di Ponza, Agata Iadicicco, ne ha vietato l'accesso dopo i sopralluoghi del 9 novembre 2011.
Con l'ordinanza n.117/2011 ha vietato sia l'ingresso via mare alle grotte che nella zona cimiteriale che le sovrasta.
L'ordinanza si può leggere sul sito del Comune di Ponza.
www.comune.ponza.lt.it/
Ci mancava pure questa.......
 

domenica 8 gennaio 2012

Le Ponziane….isole meravigliose

Nelle giornate chiare dal Lungomare Pontino, scrutando l’orizzonte, possiamo vedere le sagome delle isole di Ponza, Palmarola e Zannone.
Isole che rapiscono il viaggiatore….che seducono….microcosmi di colori….di luce….di profumi….
Dal faro del Circeo, a Punta Rossa, che è il punto più vicino alle isole, lo spettacolo è straordinario!
Così vicine…ma così lontane…..

mercoledì 4 gennaio 2012

Il presepe…..



In questo periodo natalizio si va alla ricerca dei presepi più belli…più originali…..
Io mi incanto come quando ero bambina……
In questa foto, il presepe realizzato sul porto di Anzio che riproduce la piazza della città.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...